Il volume intende riflettere su alcuni dei nodi della cultura senese rinascimentale da sempre all’attenzione degli studiosi, ripensando il gioco da veglia in una particolare accezione pedagogica legata al traumatico passaggio dello stato da repubblica a porzione dei domini medicei, facendo il punto sulla questione della ‘firma collettiva’ con specifico riferimento alla commedia dell’Ortensio, e traguardando il palcoscenico accademico dalla prospettiva della nascente coabitazione con lo spettacolo professionistico. Il tutto immerso in quel clima di autorialità ‘diffusa’ e ‘transitiva’ che qualifica nel Cinquecento l’universo delle accademie e che s’impone a Siena con particolare cogenza dando vita ad una vera e propria fabbrica del testo, che si fregia idealmente dell’emblema intronatico della Zucca, la “miniera” del sale letterario. Al di là del problema di specifiche responsabilità autoriali, in questa sede importa ‘ripulire’ la storia dalle incrostazioni aprioristiche, e riflettere sui modi e le forme utilizzate dai sodalizi cittadini per perpetuare, ostendere e mettere in discussione se stessi nel confronto con la ‘concorrenza’, fosse essa politica, letteraria o attoriale.

La "miniera" accademica. Pedagogia, editoria, palcoscenico nella Siena del Cinquecento / L. Ricco'. - STAMPA. - (2002), pp. 1-208.

La "miniera" accademica. Pedagogia, editoria, palcoscenico nella Siena del Cinquecento

RICCO', LAURA
2002

Abstract

Il volume intende riflettere su alcuni dei nodi della cultura senese rinascimentale da sempre all’attenzione degli studiosi, ripensando il gioco da veglia in una particolare accezione pedagogica legata al traumatico passaggio dello stato da repubblica a porzione dei domini medicei, facendo il punto sulla questione della ‘firma collettiva’ con specifico riferimento alla commedia dell’Ortensio, e traguardando il palcoscenico accademico dalla prospettiva della nascente coabitazione con lo spettacolo professionistico. Il tutto immerso in quel clima di autorialità ‘diffusa’ e ‘transitiva’ che qualifica nel Cinquecento l’universo delle accademie e che s’impone a Siena con particolare cogenza dando vita ad una vera e propria fabbrica del testo, che si fregia idealmente dell’emblema intronatico della Zucca, la “miniera” del sale letterario. Al di là del problema di specifiche responsabilità autoriali, in questa sede importa ‘ripulire’ la storia dalle incrostazioni aprioristiche, e riflettere sui modi e le forme utilizzate dai sodalizi cittadini per perpetuare, ostendere e mettere in discussione se stessi nel confronto con la ‘concorrenza’, fosse essa politica, letteraria o attoriale.
8883196619
1
208
L. Ricco'
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
RICCO' L a miniera academica.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione finale referata (Postprint, Accepted manuscript)
Licenza: Open Access
Dimensione 591.17 kB
Formato Adobe PDF
591.17 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2158/20934
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact