Letteratura per l'infanzia; la preposizione 'per' non solo congiunge questo genere letterario così atipico con il proprio pubblico, l'infanzia, ma anche, in termini di determinismo storico, pone nitidamente allo scoperto sia immagini di infanzia sia immagini di società. Non c'è secolo che forse meglio dell'Ottocento si presti a quest'operazione di decodificazione e di interpretazione; epoca cruciale sotto il profilo dei mutamenti sociali ed economici, in cui il concetto di infanzia - 'scoperta' nella sua diversità, e da Rousseau in poi - pare che ancora fatichi a farsi largo in una società di transizione, tra conservazione e innovazione. Se queste ultime coesistono nella formazione educativa, essa è l'immagine riflessa dell'ideologia della classe che ascende al potere economico, nuova élite senza radici di nobiltà, ma protesa a edificare paradigmi per un giovane blasone, borghese sì, ma che socialmente ed economicamente conta. Riti, stili e miti hanno nella famiglia il proprio polo di irradiazione. E quale lo strumento più idoneo se non la letteratura per l'infanzia per instillare, nella tenera età, quei messaggi educativi?

I bambini e la famiglia nell'Ottocento. Realtà e mito attraverso la letteratura per l'infanzia / F.BACCHETTI. - STAMPA. - (1997), pp. 1-158.

I bambini e la famiglia nell'Ottocento. Realtà e mito attraverso la letteratura per l'infanzia.

BACCHETTI, FLAVIA
1997

Abstract

Letteratura per l'infanzia; la preposizione 'per' non solo congiunge questo genere letterario così atipico con il proprio pubblico, l'infanzia, ma anche, in termini di determinismo storico, pone nitidamente allo scoperto sia immagini di infanzia sia immagini di società. Non c'è secolo che forse meglio dell'Ottocento si presti a quest'operazione di decodificazione e di interpretazione; epoca cruciale sotto il profilo dei mutamenti sociali ed economici, in cui il concetto di infanzia - 'scoperta' nella sua diversità, e da Rousseau in poi - pare che ancora fatichi a farsi largo in una società di transizione, tra conservazione e innovazione. Se queste ultime coesistono nella formazione educativa, essa è l'immagine riflessa dell'ideologia della classe che ascende al potere economico, nuova élite senza radici di nobiltà, ma protesa a edificare paradigmi per un giovane blasone, borghese sì, ma che socialmente ed economicamente conta. Riti, stili e miti hanno nella famiglia il proprio polo di irradiazione. E quale lo strumento più idoneo se non la letteratura per l'infanzia per instillare, nella tenera età, quei messaggi educativi?
88 7166 357 8
1
158
F.BACCHETTI
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/232861
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact