lo sono tra coloro che si compiacciono dell'accelerazione immensa che è stata introdotta dall'auto nella mobilità soggettiva. Nella migliore delie ipotesi, fino alla conclusione del secolo scorso, coloro che volevano spostarsi sul territorio avevano a disposizione un calesse o una carrozza chiusa: in fondo, quei veicoli non erano altro che la trasformazione raffinata del carro romano. Tutte le città dei "Vecchio mondo" erano state costruite e sviluppate nell'ipotesi di una mobilità fondata su mezzi a trazione animale. La mobilità, rivoluzionata dalla motorizzazione individuale, ha indotto cambiaménti diversificati nei diversi ambienti urbani: nelle città europee, ha trovato sin dal¬l'inizio strade idonee e dal calibro adatto alle auto (perché precedentemente costruite sul modello della carrozza).

Una inarrestabile mobilità / A. Ubertazzi. - STAMPA. - (2006), pp. 366-371.

Una inarrestabile mobilità.

UBERTAZZI, ALESSANDRO
2006

Abstract

lo sono tra coloro che si compiacciono dell'accelerazione immensa che è stata introdotta dall'auto nella mobilità soggettiva. Nella migliore delie ipotesi, fino alla conclusione del secolo scorso, coloro che volevano spostarsi sul territorio avevano a disposizione un calesse o una carrozza chiusa: in fondo, quei veicoli non erano altro che la trasformazione raffinata del carro romano. Tutte le città dei "Vecchio mondo" erano state costruite e sviluppate nell'ipotesi di una mobilità fondata su mezzi a trazione animale. La mobilità, rivoluzionata dalla motorizzazione individuale, ha indotto cambiaménti diversificati nei diversi ambienti urbani: nelle città europee, ha trovato sin dal¬l'inizio strade idonee e dal calibro adatto alle auto (perché precedentemente costruite sul modello della carrozza).
Edizioni Giunti
O. Sessa
L'automobile italiana.
366
371
A. Ubertazzi
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Una inarrestabile mobilia'.pdf

Accesso chiuso

Tipologia: Versione finale referata (Postprint, Accepted manuscript)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 2.16 MB
Formato Adobe PDF
2.16 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2158/325500
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact