La presente ricerca approfondisce il ruolo svolto da uno dei più eminenti giuristi europei di inizio Novecento nel quadro della complessa crisi che agita la Francia della Belle Epoque a seguito della promulgazione della legge del 1905 sulla separazione tra Stato e Chiesa. E' possibile così - anche grazie all'utilizzo di inedite fonti epistolari rinvenute in diversi archivi d'oltralpe - gettar luce sul notevole contributo fornito da Raymond Saleilles a favore di una soluzione pacifica della question religieuse. Da cattolico liberale, repubblicano e progressista, non alieno da simpatie per talune suggestioni tipiche del modernismo, Saleilles si fa promotore della causa dell'accettazione, offrendo un solido fondamento tecnico-giuridico alle tesi avanzate dai "cardinali verdi" di Brunetière e sintetizzate nella supplique aux évêques, da lui stesso sottoscritta. In tal modo, mediante una interpretazione lucida e scevra da passioni di natura ideologica della legge del 1905, Saleilles si rivela capace di individuare le ragioni di un duraturo apaisement, di una composizione definitiva del conflitto lacerante tra Stato e Chiesa, e insieme i motivi di speranza per un integrale rinnovamento del cattolicesimo francese.

Un cattolico protestante: la crisi della separazione tra Stato e Chiesa nelle lettere inedite di Raymond Saleilles a Louis Birot, 1906-1909 / M. Sabbioneti. - STAMPA. - (2005).

Un cattolico protestante: la crisi della separazione tra Stato e Chiesa nelle lettere inedite di Raymond Saleilles a Louis Birot, 1906-1909

SABBIONETI, MARCO
2005

Abstract

La presente ricerca approfondisce il ruolo svolto da uno dei più eminenti giuristi europei di inizio Novecento nel quadro della complessa crisi che agita la Francia della Belle Epoque a seguito della promulgazione della legge del 1905 sulla separazione tra Stato e Chiesa. E' possibile così - anche grazie all'utilizzo di inedite fonti epistolari rinvenute in diversi archivi d'oltralpe - gettar luce sul notevole contributo fornito da Raymond Saleilles a favore di una soluzione pacifica della question religieuse. Da cattolico liberale, repubblicano e progressista, non alieno da simpatie per talune suggestioni tipiche del modernismo, Saleilles si fa promotore della causa dell'accettazione, offrendo un solido fondamento tecnico-giuridico alle tesi avanzate dai "cardinali verdi" di Brunetière e sintetizzate nella supplique aux évêques, da lui stesso sottoscritta. In tal modo, mediante una interpretazione lucida e scevra da passioni di natura ideologica della legge del 1905, Saleilles si rivela capace di individuare le ragioni di un duraturo apaisement, di una composizione definitiva del conflitto lacerante tra Stato e Chiesa, e insieme i motivi di speranza per un integrale rinnovamento del cattolicesimo francese.
8834853652
M. Sabbioneti
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/351126
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact