Sul finire del Cinquecento, la Congregazione dell’Indice promuove un controllo dei libri posseduti dagli ordini religiosi maschili in tutta Italia. Gli inventari che vennero compilati per l’occasione e oggi conservati nella Biblioteca Apostolica Vaticana rappresentano una preziosa fonte di informazione sulla consistenza e la qualità di quelle raccolte librarie. La Biblioteca del Collegio di sant’Anna di Genova dei Carmelitani scalzi costituisce un esempio di estremo interesse all’interno del quadro complessivo delle biblioteche religiose italiane alla fine del XVI secolo. L’interesse nasce in primo luogo dal fatto che l’insediamento carmelitano a Genova è il primo impianto della riforma di santa Teresa d’Avila fuori dalla Spagna: dal capoluogo ligure la riforma si diffonderà in Italia e nel resto d’Europa, in primo luogo a Roma. Libri tra Spagna e Genova ricostruisce, a partire dall’Index librorum Collegii Sanctae Annae, compilato il 1 maggio 1600 e oggi conservato nel manoscritto Vaticano Latino 11299, la biblioteca carmelitana ricca di esemplari di 845 edizioni del XV e XVI secolo, molte delle quali ignote ai più noti repertori bibliografici e cataloghi. Il lavoro colloca la ricca raccolta libraria nel contesto nazionale e regionale sottolineandone le caratteristiche peculiari quale punto d’incontro delle due culture nazionali, la spagnola e l’italiana, che si fondono armonicamente nel ricco apparato bibliografico approntato nel Collegio genovese. L’Index viene fedelmente trascritto e ogni registrazione è stata passata al vaglio al fine di identificare, da un punto di vista bibliografico, l’edizione alla quale l’esemplare registrato doveva appartenere. Corredano il volume una ricca introduzione che analizza la biblioteca sia dal punto di vista quantitativo sia sotto il profilo culturale; una bibliografia nella quale vengono segnalati i repertori, i cataloghi e tutte le fonti di informazione utilizzate per l’identificazione bibliografica. Chiude il lavoro una serie di indici: indice dei luoghi di stampa; indice dei tipografi, stampatori, editori e librai; Indice alfabetico degli autori e dei titoli delle opere anonime; Indice dei titoli; Indice cronologico e l’Indice dei nomi.

Libri tra Spagna e Genova : la biblioteca del Collegio di sant’Anna (1 maggio 1600) / G. Ruffini. - STAMPA. - (2009), pp. 1-239.

Libri tra Spagna e Genova : la biblioteca del Collegio di sant’Anna (1 maggio 1600)

RUFFINI, GRAZIANO
2009

Abstract

Sul finire del Cinquecento, la Congregazione dell’Indice promuove un controllo dei libri posseduti dagli ordini religiosi maschili in tutta Italia. Gli inventari che vennero compilati per l’occasione e oggi conservati nella Biblioteca Apostolica Vaticana rappresentano una preziosa fonte di informazione sulla consistenza e la qualità di quelle raccolte librarie. La Biblioteca del Collegio di sant’Anna di Genova dei Carmelitani scalzi costituisce un esempio di estremo interesse all’interno del quadro complessivo delle biblioteche religiose italiane alla fine del XVI secolo. L’interesse nasce in primo luogo dal fatto che l’insediamento carmelitano a Genova è il primo impianto della riforma di santa Teresa d’Avila fuori dalla Spagna: dal capoluogo ligure la riforma si diffonderà in Italia e nel resto d’Europa, in primo luogo a Roma. Libri tra Spagna e Genova ricostruisce, a partire dall’Index librorum Collegii Sanctae Annae, compilato il 1 maggio 1600 e oggi conservato nel manoscritto Vaticano Latino 11299, la biblioteca carmelitana ricca di esemplari di 845 edizioni del XV e XVI secolo, molte delle quali ignote ai più noti repertori bibliografici e cataloghi. Il lavoro colloca la ricca raccolta libraria nel contesto nazionale e regionale sottolineandone le caratteristiche peculiari quale punto d’incontro delle due culture nazionali, la spagnola e l’italiana, che si fondono armonicamente nel ricco apparato bibliografico approntato nel Collegio genovese. L’Index viene fedelmente trascritto e ogni registrazione è stata passata al vaglio al fine di identificare, da un punto di vista bibliografico, l’edizione alla quale l’esemplare registrato doveva appartenere. Corredano il volume una ricca introduzione che analizza la biblioteca sia dal punto di vista quantitativo sia sotto il profilo culturale; una bibliografia nella quale vengono segnalati i repertori, i cataloghi e tutte le fonti di informazione utilizzate per l’identificazione bibliografica. Chiude il lavoro una serie di indici: indice dei luoghi di stampa; indice dei tipografi, stampatori, editori e librai; Indice alfabetico degli autori e dei titoli delle opere anonime; Indice dei titoli; Indice cronologico e l’Indice dei nomi.
9788898296200
1
239
G. Ruffini
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
volume_RUFFINI_Sant'Anna_DEF[1].pdf

Accesso chiuso

Tipologia: Versione finale referata (Postprint, Accepted manuscript)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 2.19 MB
Formato Adobe PDF
2.19 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/367385
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact