Corte costituzionale, "controlimiti" e rinvio pregiudiziale ex art. 234 Trattato CE