La poesia del poeta venezuelano Eugenio Montejo si nutre della grande poesia novecentesca europea, da Saint-John Perse a Montale e sa riunire a questa tradizione lo spirito della sua terra e del suo ambito con una spiccata coscienza ecologica, grazie alla quale in essa tutte le creature dialogano, compresi animali e piante. La presente antologia è la prima in italiano.

Cicale, rane, galli, passerotti: la natura cantante di Eugenio Montejo (in La lenta luce del tropico. Antologia poetica di Eugenio Montejo) / M. Canfield. - STAMPA. - (2006), pp. 5-12.

Cicale, rane, galli, passerotti: la natura cantante di Eugenio Montejo (in La lenta luce del tropico. Antologia poetica di Eugenio Montejo)

CANFIELD, MARTHA LUANA
2006

Abstract

La poesia del poeta venezuelano Eugenio Montejo si nutre della grande poesia novecentesca europea, da Saint-John Perse a Montale e sa riunire a questa tradizione lo spirito della sua terra e del suo ambito con una spiccata coscienza ecologica, grazie alla quale in essa tutte le creature dialogano, compresi animali e piante. La presente antologia è la prima in italiano.
Le Lettere
Firenze
E. Montejo
La lenta luce del tropico
M. Canfield
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2158/391085
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact