Occupazione del paesaggio come consumo dell’ambiente rurale: ipotesi di utilizzi reversibili