Il libro intende offrire spunti per una riflessione sulla storia d’Italia e, in occasione del 150° anniversario della nazione, soffermarsi sul contributo del Paese alla formazione del mondo moderno. A tal fine si rivisitano le grandi figure del Risorgimento (da Cattaneo a Cavour, da Manin a Pisacane, da Mazzini a Garibaldi) per rintracciare nelle loro riflessioni sul modo in cui si sarebbe dovuta fare l’Italia connessioni con i dibattiti contemporanei sullo stato della Nazione. In particolare il libro si concentra su alcuni elementi costanti seppur fragili, presenti nel passato italiano: l’esperienza dell’autogoverno urbano, l’europeismo, le aspirazioni egualitarie e la virtù sociale della mitezza (Bobbio). Ognuno di questi elementi viene esplorato in chiave storica ma anche come base per una nuova stagione di riforme che possa coinvolgere gli stessi cittadini in una dinamica di decision making dal basso verso l’alto, come Cattaneo ha sempre auspicato. Salviamo l’Italia ha goduto non solo di un’ ampia discussione sulla stampa nazionale ma anche di un particolare interesse all’estero, esemplificato dalla rivista on-line California Italian Studies (dell’Università di California), vol.2, n.1, 2011, che dedica una lunga discussione e una International video roundtable al libro. Le Monde ha commentato: ‘Eccezionale … Nella pletora di libri pubblicati per celebrare il 150° anniversario dell’unificazione italiana, questo si distingue per il suo approccio di grande equilibrio, qualche volta ironico e sempre coinvolgente’.

Salviamo l'Italia / P. Ginsborg. - STAMPA. - (2010), pp. 3-133.

Salviamo l'Italia

GINSBORG, PAUL ANTHONY
2010

Abstract

Il libro intende offrire spunti per una riflessione sulla storia d’Italia e, in occasione del 150° anniversario della nazione, soffermarsi sul contributo del Paese alla formazione del mondo moderno. A tal fine si rivisitano le grandi figure del Risorgimento (da Cattaneo a Cavour, da Manin a Pisacane, da Mazzini a Garibaldi) per rintracciare nelle loro riflessioni sul modo in cui si sarebbe dovuta fare l’Italia connessioni con i dibattiti contemporanei sullo stato della Nazione. In particolare il libro si concentra su alcuni elementi costanti seppur fragili, presenti nel passato italiano: l’esperienza dell’autogoverno urbano, l’europeismo, le aspirazioni egualitarie e la virtù sociale della mitezza (Bobbio). Ognuno di questi elementi viene esplorato in chiave storica ma anche come base per una nuova stagione di riforme che possa coinvolgere gli stessi cittadini in una dinamica di decision making dal basso verso l’alto, come Cattaneo ha sempre auspicato. Salviamo l’Italia ha goduto non solo di un’ ampia discussione sulla stampa nazionale ma anche di un particolare interesse all’estero, esemplificato dalla rivista on-line California Italian Studies (dell’Università di California), vol.2, n.1, 2011, che dedica una lunga discussione e una International video roundtable al libro. Le Monde ha commentato: ‘Eccezionale … Nella pletora di libri pubblicati per celebrare il 150° anniversario dell’unificazione italiana, questo si distingue per il suo approccio di grande equilibrio, qualche volta ironico e sempre coinvolgente’.
9788806202262
3
133
P. Ginsborg
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
00-Salviamo_l'Italia-I-IV.pdf

Accesso chiuso

Tipologia: Versione finale referata (Postprint, Accepted manuscript)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 483.84 kB
Formato Adobe PDF
483.84 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
01-Salviamo_l'Italia-1-136.pdf

Accesso chiuso

Tipologia: Versione finale referata (Postprint, Accepted manuscript)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 540.53 kB
Formato Adobe PDF
540.53 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/398531
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact