Lo studio dello stato degli alberi che vivono sulle mura di Lucca è stato eseguito tramite il monitoraggio fitopatologico e l’analisi visiva e strutturale degli alberi nel corso di 3 anni di osservazioni. L’obiettivo della ricerca era di individuare i criteri e le metodologie di analisi e interpretazione dello stato strutturale e fitopatologico degli alberi al fine di costruire un Sistema Informativo delle Alberature dedicato alla gestione programmatica degli alberi e finalizzata all’identificazione dei periodi minimi di ritorno per l’esecuzione dei rilievi di valutazione visiva e/o strumentale degli alberi. Sono state individuate 4 classi di gestione e ogni albero è stato attribuito a una di queste. Classe 0: assenza di danni; classe 1: danni di lieve entità, valutazione visiva a cadenza annuale; classe 2, danni evidenti che possoo richiedere l’uso di strumenti per la valutazione complessiva dello stato degli alberi; classe 3: danni notevoli che richiedono non solo valutazioni visive e/o strumentali frequenti ma anche interventi colturali che possono riguardare potature di parti cospicue delle chiome o interventi di abbattimento. Su 2706 piante monitorate, il 59% ha presentato danni. Fra queste, il q6% sono state attribuite alla classe 3, il 3,23% alla classe 2 e il 20% alla classe 1. Fra le varie patologie fungine riscontrate, le più frequenti sono Ceratocystis platani, responsabile del cancro colorato del Platano e funghi agenti di carie del fusto e dei rami. Insetti xilofagi, quali Buprestida e Cerambycidae sono responsabili di danni anche gravi alle querce. L’azione combinata di funghi e insetti ha avuto un impatto notevole sulla stabilità degli alberi. Per questa ragione, è da considerarsi fondamentale un programma di monitoraggio degli alberi. Il Sistema Informativo delle Alberature rappresenta uno strumento fondamentale per la valutazione e la programmazione delle operazioni periodiche necessarie. La costruzione di un sistema informativo aperto consente anche l’eventuale aggiornamento in relazione a possibili nuove patologie emergenti che possono causare vere e proprie invasioni biologiche.

Censimento e indicazioni gestionali contro le avversità delle alberature dell'Opera delle Mura di Lucca / N.Luchi; M.Vannuccini; T.Panzavolta; R.Tiberi; M.Feducci; Salbitano F.; M.Giachini; L.Zocco Pisana; P.Capretti. - In: FOREST@. - ISSN 1824-0119. - ELETTRONICO. - 5:(2008), pp. 253-261. [10.3832/efor0531-0050253]

Censimento e indicazioni gestionali contro le avversità delle alberature dell'Opera delle Mura di Lucca

LUCHI, NICOLA;PANZAVOLTA, TIZIANA;TIBERI, RIZIERO;FEDUCCI, MATTEO;SALBITANO, FABIO;CAPRETTI, PAOLO
2008

Abstract

Lo studio dello stato degli alberi che vivono sulle mura di Lucca è stato eseguito tramite il monitoraggio fitopatologico e l’analisi visiva e strutturale degli alberi nel corso di 3 anni di osservazioni. L’obiettivo della ricerca era di individuare i criteri e le metodologie di analisi e interpretazione dello stato strutturale e fitopatologico degli alberi al fine di costruire un Sistema Informativo delle Alberature dedicato alla gestione programmatica degli alberi e finalizzata all’identificazione dei periodi minimi di ritorno per l’esecuzione dei rilievi di valutazione visiva e/o strumentale degli alberi. Sono state individuate 4 classi di gestione e ogni albero è stato attribuito a una di queste. Classe 0: assenza di danni; classe 1: danni di lieve entità, valutazione visiva a cadenza annuale; classe 2, danni evidenti che possoo richiedere l’uso di strumenti per la valutazione complessiva dello stato degli alberi; classe 3: danni notevoli che richiedono non solo valutazioni visive e/o strumentali frequenti ma anche interventi colturali che possono riguardare potature di parti cospicue delle chiome o interventi di abbattimento. Su 2706 piante monitorate, il 59% ha presentato danni. Fra queste, il q6% sono state attribuite alla classe 3, il 3,23% alla classe 2 e il 20% alla classe 1. Fra le varie patologie fungine riscontrate, le più frequenti sono Ceratocystis platani, responsabile del cancro colorato del Platano e funghi agenti di carie del fusto e dei rami. Insetti xilofagi, quali Buprestida e Cerambycidae sono responsabili di danni anche gravi alle querce. L’azione combinata di funghi e insetti ha avuto un impatto notevole sulla stabilità degli alberi. Per questa ragione, è da considerarsi fondamentale un programma di monitoraggio degli alberi. Il Sistema Informativo delle Alberature rappresenta uno strumento fondamentale per la valutazione e la programmazione delle operazioni periodiche necessarie. La costruzione di un sistema informativo aperto consente anche l’eventuale aggiornamento in relazione a possibili nuove patologie emergenti che possono causare vere e proprie invasioni biologiche.
5
253
261
N.Luchi; M.Vannuccini; T.Panzavolta; R.Tiberi; M.Feducci; Salbitano F.; M.Giachini; L.Zocco Pisana; P.Capretti
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Luchi_et al_531.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione finale referata (Postprint, Accepted manuscript)
Licenza: Open Access
Dimensione 456.5 kB
Formato Adobe PDF
456.5 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/623391
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact