Petreio, Poliziano e l'"Ambra"