Il contributo affronta le tematiche di mobilità nel centro storico di Firenze, fornendo nuove soluzioni alternative al generalizzato malessere dovuto alla carente organizzazione di mobilità urbana. Da una indagine preliminare delle funzioni della città, ampiamente intese, atte alla definizione di poli di attrazione, si forniscono soluzioni per una valorizzazione del patrimonio di cui dispone la città e per una mobilità che possa permettere di valorizzare il patrimonio stesso esistente.

Il centro storico di Firenze: studi e strumenti operativi di utilizzo e rigenerazione alternativi al suo generalizzato malessere / Manlio Marchetta; Francesco Caputo; Ulisse Tramonti; Claudio Saragosa; Filomena Caradonna; Monica Maioli; Chiara Masini; Simona Corradini; Tiffany Geti. - STAMPA. - (2013).

Il centro storico di Firenze: studi e strumenti operativi di utilizzo e rigenerazione alternativi al suo generalizzato malessere

MARCHETTA, MANLIO;TRAMONTI, ULISSE;SARAGOSA, CLAUDIO;Tiffany Geti
2013

Abstract

Il contributo affronta le tematiche di mobilità nel centro storico di Firenze, fornendo nuove soluzioni alternative al generalizzato malessere dovuto alla carente organizzazione di mobilità urbana. Da una indagine preliminare delle funzioni della città, ampiamente intese, atte alla definizione di poli di attrazione, si forniscono soluzioni per una valorizzazione del patrimonio di cui dispone la città e per una mobilità che possa permettere di valorizzare il patrimonio stesso esistente.
Manlio Marchetta; Francesco Caputo; Ulisse Tramonti; Claudio Saragosa; Filomena Caradonna; Monica Maioli; Chiara Masini; Simona Corradini; Tiffany Geti
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/875751
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact