Il saggio - che fa parte dei risultati del progetto PRIN 2010-11 su Democratic Institution e Public Administrations of Europe: Cohesion and Innovation in the time of Economic Crisis - intende riflettere sulla relazione fra la tutela giurisdizionale accordata ai diritti sociali e le politiche messe in atto in Italia dalle istituzioni pubbliche (Governo, Parlamento, ma anche Regioni e Comuni) nel periodo della crisi economica, iniziato alla metà degli anni 2000. Il lavoro offre innanzitutto una breve panoramica sui principi costituzionali sui quali si fonda il modello italiano di welfare, soffermandosi in particolare sulla disciplina costituzionale dei diritti sociali, per poi esaminare l’impatto avuto dalle misure finanziarie di tipo restrittivo, poste in essere a partire dal 2005, sul livello di protezione assicurato a tali diritti, nonché il ruolo svolto dalla giurisprudenza – in particolare quella costituzionale, ma anche quella ordinaria e amministrativa – per garantirne l’effettività. L’Autrice evidenzia anche come l’effetto della crisi economica sui sistemi di welfare si sia innestata anche sul riparto delle competenze normative fra Stato e Regioni, dato che soprattutto gli enti locali hanno risentito in modo molto significativo e differenziato della riduzione di risorse finanziarie. Il saggio, inoltre, delinea sinteticamente le tendenze normative più recenti riguardanti la disciplina di welfare, sottolineando come le disposizioni sui diritti sociali siano quasi sempre collocate all’interno della legislazione finanziaria e appaiano palesemente condizionate dalla necessità di riduzione della spesa, risultando quindi inevitabilmente disorganiche e frammentarie. ------------- The study is aimed to investigate the interaction in a time of economic austerity between the legal protection of social welfare rights, ensured in Italy by national courts, and welfare policies enacted by the Italian institutions (Government, Parliament, Regions, and local authorities). To fulfil this task, the paper starts by giving a brief overview of the constitutional principles upon which the Italian welfare model lies, especially by discussing the meaning of the inclusion of social rights in the Constitution. Then examines the issues that the protection of such a category of rights has raised relating to the impact of the restrictive financial legal measures taken during the economic crisis period and the consequent financial constraints on their enforcement. After that, the Author analyses the role that the courts — especially the Constitutional Court, but also the ordinary and the administrative ones — play for the protection of such a category of rights in Italy. The essay also briefly examines how the model of devolution of powers to regional authorities affects the model of the Welfare State, pointing out how the economic crisis has affected the distribution of competences between central administration and local authorities in the area of social welfare policies. Finally, the paper outlines the main contemporary trends of the evolution of Italian legislation about social rights, with special regard both to the impact of the financial crisis and the role of European Union (EU) law.

European case studies: Italy / Alessandra Serenella Albanese. - STAMPA. - (2017), pp. 80-97.

European case studies: Italy

ALBANESE, ALESSANDRA SERENELLA
2017

Abstract

Il saggio - che fa parte dei risultati del progetto PRIN 2010-11 su Democratic Institution e Public Administrations of Europe: Cohesion and Innovation in the time of Economic Crisis - intende riflettere sulla relazione fra la tutela giurisdizionale accordata ai diritti sociali e le politiche messe in atto in Italia dalle istituzioni pubbliche (Governo, Parlamento, ma anche Regioni e Comuni) nel periodo della crisi economica, iniziato alla metà degli anni 2000. Il lavoro offre innanzitutto una breve panoramica sui principi costituzionali sui quali si fonda il modello italiano di welfare, soffermandosi in particolare sulla disciplina costituzionale dei diritti sociali, per poi esaminare l’impatto avuto dalle misure finanziarie di tipo restrittivo, poste in essere a partire dal 2005, sul livello di protezione assicurato a tali diritti, nonché il ruolo svolto dalla giurisprudenza – in particolare quella costituzionale, ma anche quella ordinaria e amministrativa – per garantirne l’effettività. L’Autrice evidenzia anche come l’effetto della crisi economica sui sistemi di welfare si sia innestata anche sul riparto delle competenze normative fra Stato e Regioni, dato che soprattutto gli enti locali hanno risentito in modo molto significativo e differenziato della riduzione di risorse finanziarie. Il saggio, inoltre, delinea sinteticamente le tendenze normative più recenti riguardanti la disciplina di welfare, sottolineando come le disposizioni sui diritti sociali siano quasi sempre collocate all’interno della legislazione finanziaria e appaiano palesemente condizionate dalla necessità di riduzione della spesa, risultando quindi inevitabilmente disorganiche e frammentarie. ------------- The study is aimed to investigate the interaction in a time of economic austerity between the legal protection of social welfare rights, ensured in Italy by national courts, and welfare policies enacted by the Italian institutions (Government, Parliament, Regions, and local authorities). To fulfil this task, the paper starts by giving a brief overview of the constitutional principles upon which the Italian welfare model lies, especially by discussing the meaning of the inclusion of social rights in the Constitution. Then examines the issues that the protection of such a category of rights has raised relating to the impact of the restrictive financial legal measures taken during the economic crisis period and the consequent financial constraints on their enforcement. After that, the Author analyses the role that the courts — especially the Constitutional Court, but also the ordinary and the administrative ones — play for the protection of such a category of rights in Italy. The essay also briefly examines how the model of devolution of powers to regional authorities affects the model of the Welfare State, pointing out how the economic crisis has affected the distribution of competences between central administration and local authorities in the area of social welfare policies. Finally, the paper outlines the main contemporary trends of the evolution of Italian legislation about social rights, with special regard both to the impact of the financial crisis and the role of European Union (EU) law.
2017
9781138700598
Social rights in europe in an age of austerity
80
97
Goal 3: Good health and well-being for people
Goal 10: Reducing inequalities
Alessandra Serenella Albanese
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
social rightsItalyinCivitareseHalley2018ruotato.pdf

Accesso chiuso

Tipologia: Pdf editoriale (Version of record)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 9.31 MB
Formato Adobe PDF
9.31 MB Adobe PDF   Richiedi una copia

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificatore per citare o creare un link a questa risorsa: https://hdl.handle.net/2158/1101131
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact