Correggere senza scomunicare il testo approvato dal Senato