Il Museo Archeologico Nazionale di Firenze possiede un’importante collezione di testi cuneiformi, composta da tavolette di vari periodi (principalmente quelli neosumerico e neobabilonese), ma anche di mattoni, coni e sigilli iscritti. La formazione di questa collezione è argomento affascinante e storicamente interessante. La maggior parte dei testi cuneiformi fiorentini venne pubblicata nel 1958 da Karl Oberhuber (Sumerische und Akkadische Keilschriftdenkmäler des Archäologischen Museums zu Florenz, Innsbruck). Come indicato dalle recensioni non favorevoli, questa prima edizione presenta purtroppo numerosi difetti, e recentemente alcuni testi hanno ricevuto una seconda edizione. In generale, appare chiaro che questi materiali meritano un rinnovato studio complessivo, che restituisca l’importanza della collezione sia dal punto di vista assiriologico che da quello della storia moderna dei manufatti, fra scavi e acquisizioni. Il gruppo di studiosi che sta lavorando a questo progetto comprende assiriologi di Firenze (Amalia Catagnoti), Roma (Marco Bonechi), Venezia (Paola Corò) e Napoli (Noemi Borrelli). The Museo Archeologico Nazionale of Florence has an important collection of cuneiform texts, consisting of tablets from various periods (mainly Neo-Sumerian and Neo-Babylonian) and inscribed bricks, cones, and seals. The formation of this collection is a fascinating and historically interesting subject. Most of the Florentine cuneiform texts were published in 1958 by Karl Oberhuber (Sumerische und Akkadische Keilschriftdenkmäler des Archäologischen Museums zu Florenz, Innsbruck). As indicated by the unfavourable reviews, this first edition, unfortunately, has numerous errors. Recently, some texts have received a second edition. In general, it seems clear that these materials deserve a renewed comprehensive study that restores the importance of the collection both from the Assyriological point of view and that of the modern history of the artefacts, including excavation and acquisitions. The group of scholars working on this project includes Assyriologists from Florence (Amalia Catagnoti), Rome (Marco Bonechi), Venice (Paola Corò), and Naples (Noemi Borrelli).

Nuove ricerche sui testi cuneiformi conservati al Museo Archeologico di Firenze / Amalia Catagnoti. - STAMPA. - (2022), pp. 469-477.

Nuove ricerche sui testi cuneiformi conservati al Museo Archeologico di Firenze

Amalia Catagnoti
2022

Abstract

Il Museo Archeologico Nazionale di Firenze possiede un’importante collezione di testi cuneiformi, composta da tavolette di vari periodi (principalmente quelli neosumerico e neobabilonese), ma anche di mattoni, coni e sigilli iscritti. La formazione di questa collezione è argomento affascinante e storicamente interessante. La maggior parte dei testi cuneiformi fiorentini venne pubblicata nel 1958 da Karl Oberhuber (Sumerische und Akkadische Keilschriftdenkmäler des Archäologischen Museums zu Florenz, Innsbruck). Come indicato dalle recensioni non favorevoli, questa prima edizione presenta purtroppo numerosi difetti, e recentemente alcuni testi hanno ricevuto una seconda edizione. In generale, appare chiaro che questi materiali meritano un rinnovato studio complessivo, che restituisca l’importanza della collezione sia dal punto di vista assiriologico che da quello della storia moderna dei manufatti, fra scavi e acquisizioni. Il gruppo di studiosi che sta lavorando a questo progetto comprende assiriologi di Firenze (Amalia Catagnoti), Roma (Marco Bonechi), Venezia (Paola Corò) e Napoli (Noemi Borrelli). The Museo Archeologico Nazionale of Florence has an important collection of cuneiform texts, consisting of tablets from various periods (mainly Neo-Sumerian and Neo-Babylonian) and inscribed bricks, cones, and seals. The formation of this collection is a fascinating and historically interesting subject. Most of the Florentine cuneiform texts were published in 1958 by Karl Oberhuber (Sumerische und Akkadische Keilschriftdenkmäler des Archäologischen Museums zu Florenz, Innsbruck). As indicated by the unfavourable reviews, this first edition, unfortunately, has numerous errors. Recently, some texts have received a second edition. In general, it seems clear that these materials deserve a renewed comprehensive study that restores the importance of the collection both from the Assyriological point of view and that of the modern history of the artefacts, including excavation and acquisitions. The group of scholars working on this project includes Assyriologists from Florence (Amalia Catagnoti), Rome (Marco Bonechi), Venice (Paola Corò), and Naples (Noemi Borrelli).
9788867192175
Nuove ricerche sui testi cuneiformi conservati al Museo Archeologico di Firenze
469
477
Amalia Catagnoti
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Catagnoti -- EVOA 2022.pdf

accesso aperto

Tipologia: Pdf editoriale (Version of record)
Licenza: Open Access
Dimensione 1.62 MB
Formato Adobe PDF
1.62 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/1290665
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact