Estraneità e distanza: la teoria dell'intersoggettività in Max Scheler