Il gioco del romanzo tra highmodern e modernità