Nozick e il soggetto: decostruzione e maieutica