Nell'ambito delle ricerche multidisciplinari condotte presso il Dipartimento di Restauro e Conservazione dei Beni Architettonici, LAM (Laboratorio Materiali Lapidei) sui materiali lapidei utilizzati nell'architettura, sono stati analizzati i marmi bianchi e venati provenienti da diverse cave del bacino marmifero apuano. In particolare si sono misurate le proprietà ottiche tramite la tecnica di MultipleScattering e, in collaborazione con il Laboratorio di geofisica Applicata di Ingegneria civile dell'Università di Firenze, è stato effettuato uno studio sperimentale sulle variazioni della porosità efficace di campioni di marmo di Carrara bianco venato, a condizioni fisiche controllate. Tali prove sono finalizzate ad individuare metodologie di indagine innovative per la determinazione di proprietà fisiche che possono veicolare processi di decadimento meccanico dei materiali apuani. In particolare questa fase della ricerca è stata svolta nel programma della unità operativa di Firenze, DIRES, del progetto del MIUR "Le risorse lapidee dall'antichità ad oggi in area mediterranea: identità culturali e tecnologie. Sperimentazioni integrate per la conoscenza, restauro e valorizzazione".

Metodologie analitiche per lo studio dei marmi di Carrara / M. Ricci; G. Losito; E. Cantisani; I. D'Urso; C. Garzonio. - STAMPA. - (2007), pp. 96-100.

Metodologie analitiche per lo studio dei marmi di Carrara

RICCI, MARILENA;LOSITO, GABRIELLA MARIA SABINA;CANTISANI, EMMA;GARZONIO, CARLO ALBERTO
2007

Abstract

Nell'ambito delle ricerche multidisciplinari condotte presso il Dipartimento di Restauro e Conservazione dei Beni Architettonici, LAM (Laboratorio Materiali Lapidei) sui materiali lapidei utilizzati nell'architettura, sono stati analizzati i marmi bianchi e venati provenienti da diverse cave del bacino marmifero apuano. In particolare si sono misurate le proprietà ottiche tramite la tecnica di MultipleScattering e, in collaborazione con il Laboratorio di geofisica Applicata di Ingegneria civile dell'Università di Firenze, è stato effettuato uno studio sperimentale sulle variazioni della porosità efficace di campioni di marmo di Carrara bianco venato, a condizioni fisiche controllate. Tali prove sono finalizzate ad individuare metodologie di indagine innovative per la determinazione di proprietà fisiche che possono veicolare processi di decadimento meccanico dei materiali apuani. In particolare questa fase della ricerca è stata svolta nel programma della unità operativa di Firenze, DIRES, del progetto del MIUR "Le risorse lapidee dall'antichità ad oggi in area mediterranea: identità culturali e tecnologie. Sperimentazioni integrate per la conoscenza, restauro e valorizzazione".
9788860551801
Cave storiche e risorse lapidee
96
100
M. Ricci; G. Losito; E. Cantisani; I. D'Urso; C. Garzonio
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
PDF Libro Marino.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione finale referata (Postprint, Accepted manuscript)
Licenza: Open Access
Dimensione 2.25 MB
Formato Adobe PDF
2.25 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/349655
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact