Il contributo analizza il modello del circolo di studio, non in quanto azione formativa di educazione degli adulti, ma nel suo essere azione progettuale in grado di mettere insieme soggetti diversi per la costruzione di risposte formative coerenti con i bisogni rilevati. Il dispositivo del Circolo di Studio presenta infatti un modello organizzativo potenzialmente in grado di promuovere e sviluppare reti sociali per l’educazione locale. Viene così delineata la possibilità che Circolo di Studio possa rappresentare un meccanismo locale per la costituzione di spazi istituzionali di educazione permanente: dalla rilevazione dei bisogni, alla programmazione e gestione del sistema formativo, fino alla sua valutazione. Da modello metodologico per l’Eda a prototipo di sistema formativo integrato territoriale. The paper analyzes the model of study circle, not as a learning action in adult education, but in its design as action able to put together different local partners for the construction of responses related with learning needs identified. The device of Study Circle has analyzed as a model that has potentiality to promote and develop local social networks for local education. It is so outlined the possibility that Study Circles may represent a mechanism for the establishment of local institutional spaces of continuing education: in terms of needs raising, planning and management of the education system, until evaluation. The paper develops the reflection starting from a methodological model for arriving to define en AE prototype as integrated lifelong learning system

I Circoli di Studio per il territorio / G. Del Gobbo. - STAMPA. - (2008), pp. 117-134.

I Circoli di Studio per il territorio

DEL GOBBO, GIOVANNA
2008

Abstract

Il contributo analizza il modello del circolo di studio, non in quanto azione formativa di educazione degli adulti, ma nel suo essere azione progettuale in grado di mettere insieme soggetti diversi per la costruzione di risposte formative coerenti con i bisogni rilevati. Il dispositivo del Circolo di Studio presenta infatti un modello organizzativo potenzialmente in grado di promuovere e sviluppare reti sociali per l’educazione locale. Viene così delineata la possibilità che Circolo di Studio possa rappresentare un meccanismo locale per la costituzione di spazi istituzionali di educazione permanente: dalla rilevazione dei bisogni, alla programmazione e gestione del sistema formativo, fino alla sua valutazione. Da modello metodologico per l’Eda a prototipo di sistema formativo integrato territoriale. The paper analyzes the model of study circle, not as a learning action in adult education, but in its design as action able to put together different local partners for the construction of responses related with learning needs identified. The device of Study Circle has analyzed as a model that has potentiality to promote and develop local social networks for local education. It is so outlined the possibility that Study Circles may represent a mechanism for the establishment of local institutional spaces of continuing education: in terms of needs raising, planning and management of the education system, until evaluation. The paper develops the reflection starting from a methodological model for arriving to define en AE prototype as integrated lifelong learning system
9788846720313
Circoli di Studio. Quali esperienze, quali prospettive
117
134
G. Del Gobbo
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
DelGobbo_Circoli_di_Studio ETS.pdf

Accesso chiuso

Tipologia: Versione finale referata (Postprint, Accepted manuscript)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 105.57 kB
Formato Adobe PDF
105.57 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/366862
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact