Gli immobili rappresentano, per le loro caratteristiche oggettive e tangibili, una categoria di beni verso cui il legislatore tributario ha sempre rivolto particolare attenzione. Storicamente, il pragmatismo con il quale è stata impostata la politica tributaria ha portato a preferire, nella scelta degli elementi da sottoporre a prelievo, i beni, come appunto gli immobili, più facilmente identificabili, e quindi in grado di denotare in maniera diretta ed immediata una maggiore possibilità di gettito. L’imposizione relativa agli immobili, schematizzando, può realizzarsi con riferimento al trasferimento della proprietà dei medesimi o, viceversa, con riguardo al loro utilizzo diretto o da parte di terzi. Nell’ambito della tassazione immobiliare un tema di primaria importanza è proprio quello relativo ai profili impositivi della redditività derivante dalla locazione: le vicende del mercato immobiliare, del resto, hanno fatto sì che il ricorso ai rapporti di locazione, da parte dei privati cittadini quanto da parte degli operatori economici, sia sempre più diffusa, rappresentando in molti casi la più conveniente modalità per poter godere di un bene immobile, sia esso ad uso abitativo che strumentale. Il lavoro analizza, pertanto, la locazione immobiliare, dal punto di vista sia dell’imposizione diretta che di quella indiretta; il continuo interfacciarsi dei profili teorici con quelli pratici rende, inoltre, necessario soffermarsi su entrambi gli aspetti.

Profili tributari della locazione immobiliare / E.Fazzini. - STAMPA. - (2009), pp. 1-839.

Profili tributari della locazione immobiliare

FAZZINI, ENRICO
2009

Abstract

Gli immobili rappresentano, per le loro caratteristiche oggettive e tangibili, una categoria di beni verso cui il legislatore tributario ha sempre rivolto particolare attenzione. Storicamente, il pragmatismo con il quale è stata impostata la politica tributaria ha portato a preferire, nella scelta degli elementi da sottoporre a prelievo, i beni, come appunto gli immobili, più facilmente identificabili, e quindi in grado di denotare in maniera diretta ed immediata una maggiore possibilità di gettito. L’imposizione relativa agli immobili, schematizzando, può realizzarsi con riferimento al trasferimento della proprietà dei medesimi o, viceversa, con riguardo al loro utilizzo diretto o da parte di terzi. Nell’ambito della tassazione immobiliare un tema di primaria importanza è proprio quello relativo ai profili impositivi della redditività derivante dalla locazione: le vicende del mercato immobiliare, del resto, hanno fatto sì che il ricorso ai rapporti di locazione, da parte dei privati cittadini quanto da parte degli operatori economici, sia sempre più diffusa, rappresentando in molti casi la più conveniente modalità per poter godere di un bene immobile, sia esso ad uso abitativo che strumentale. Il lavoro analizza, pertanto, la locazione immobiliare, dal punto di vista sia dell’imposizione diretta che di quella indiretta; il continuo interfacciarsi dei profili teorici con quelli pratici rende, inoltre, necessario soffermarsi su entrambi gli aspetti.
La locazione - disciplina sostanziale e processuale
1
839
E.Fazzini
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/369655
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact