Il saggio approfondisce il rapporto tra l’opera teorica e tragica di Gravina e quella di Metastasio a partire dall’analisi della giovanile tragedia Giustino, nella quale il giovane allievo si discosta dai rigidi principi classicisti del maestro per accedere, sia pure con grande cautela, ad una tipologia già incline al melodramma. La persistenza dell’insegnamento graviniano è da ravvisare nella figura del sapiente Cleone, mentre le vicende amorose, i cambi di scena, il lieto fine ed il pronunciato patetismo dell’atto quarto anticipano la prossima scelta melodrammatica di Metastasio, scelta che, misurandosi con la teoresi del maestro, egli concepisce come un ripensamento moderno della tragedia classica. This essay goes into the relation between the theoretical and tragic work of Gravina and that of Metastasio, starting from the youthful tragedy Giustino, where the young disciple moves away from the strict classical principles of his master to access – though with great caution – a typology already tending towards melodrama. The persistence of Gravina's teachings can be found in the figure of the wise Cleone, while the love stories, the changes of scene and the markedly pathetic fourth act anticipate Metastasio's next melodramatic choice which he - measuring himself against the theoresis of his master – sees as a modern approach to classic tragedy.

Aporie del modello tragico: Gravina e Metastasio / P.Luciani. - STAMPA. - (2009), pp. 375-387.

Aporie del modello tragico: Gravina e Metastasio

LUCIANI, PAOLA
2009

Abstract

Il saggio approfondisce il rapporto tra l’opera teorica e tragica di Gravina e quella di Metastasio a partire dall’analisi della giovanile tragedia Giustino, nella quale il giovane allievo si discosta dai rigidi principi classicisti del maestro per accedere, sia pure con grande cautela, ad una tipologia già incline al melodramma. La persistenza dell’insegnamento graviniano è da ravvisare nella figura del sapiente Cleone, mentre le vicende amorose, i cambi di scena, il lieto fine ed il pronunciato patetismo dell’atto quarto anticipano la prossima scelta melodrammatica di Metastasio, scelta che, misurandosi con la teoresi del maestro, egli concepisce come un ripensamento moderno della tragedia classica. This essay goes into the relation between the theoretical and tragic work of Gravina and that of Metastasio, starting from the youthful tragedy Giustino, where the young disciple moves away from the strict classical principles of his master to access – though with great caution – a typology already tending towards melodrama. The persistence of Gravina's teachings can be found in the figure of the wise Cleone, while the love stories, the changes of scene and the markedly pathetic fourth act anticipate Metastasio's next melodramatic choice which he - measuring himself against the theoresis of his master – sees as a modern approach to classic tragedy.
9788884228406
Sacro e/o profano nel teatro fra Rinascimento ed Età dei lumi
375
387
P.Luciani
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Gravina e Metastasio.pdf

Accesso chiuso

Tipologia: Versione finale referata (Postprint, Accepted manuscript)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 666.57 kB
Formato Adobe PDF
666.57 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/376010
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact