Il tempo è una misura, un'idea, un movimento, un'azione, In. Claudio Magris. Argonauta, a cura di D.DeMarco e J.Á. González Sainz, Udine, Forum Editrice Universitaria Udinese, 2009, pp.13-24. Pensato come omaggio a Claudio Magris per i suoi 70 anni, questo volume raccoglie gli scritti di un gruppo di intellettuali e uomini di cultura amici dello scrittore e germanista triestino, tra cui John Banville, Gian Luigi Beccaria, Nadine Gordimer, Hans Haider, Ulf Peter Hallberg, Drago Jančar, Michael Krüger, Javier Marías, Enrique Vila-Matas, Predrag Matvejević, Antonio Muñoz Molina, Maurice Nadeau, Ernestina Pellegrini, Corrado Stajano, George Steiner. I testi sono accompagnati dalle fotografie che dall’inizio degli anni ’90 Danilo De Marco, legato a Magris da affettuosa amicizia, ha scattato allo scrittore ed ai luoghi a lui cari. Il saggio di Ernestina Pellegrini è un sintetico profilo dello scrittore triestino, attraverso un percorso trasversale che tocca la produzione saggistica (dal Mito absburgico a La storia non è finita), la narrativa (da Illazioni su una sciabola a Alla cieca), il teatro (da Stadelmann a La Mostra). Un aspetto analizzato, nel corso di questo studio poliedrico e di inevitabile sintesi, concerne la rappresentazione del “tempo”, a partire dalla concezione tutta mitteleuropea del “nebeneinander”, il tempo che si fa spazio, al “non-tempo triestino” dove tutto è ancora presente, aperto e acerbo, sospeso in una dimensione discontinua e contraddittoria. C’è il senso della fine che non cessa mai di finire. C’è il tempo della persuasione michelstaedteriana. C’è il tempo della responsabilità morale, a cui richiamano gli articoli del volume La storia non è finita. Etica politica e laicità. Il saggio appartiene a una ricerca di lungo periodo sulla figura e l’opera di Claudio Magris, che ha prodotto, oltre a una serie di studi su riviste nazionali e internazionali, la monografia Epica sull’acqua. L’opera letteraria di Claudio Magris (Moretti&Vitali, 2003) e la curatela del Meridiano Mondadori delle Opere, in uscita entro la fine di aprile 2012. Il tempo è una misura, un'idea, un movimento, un'azione, In. Claudio Magris. Argonauta, edited by D.DeMarco and J.Á. González Sainz, Udine, Forum Editrice Universitaria Udinese, 2009, pages 13-24. Intended as a homage to Claudio Magris for his 70th birthday, this volume provides a collection of writings by intellectuals and men of culture who are friends of the writer and Germanic scholar from Trieste, including John Banville, Gian Luigi Beccaria, Nadine Gordimer, Hans Haider, Ulf Peter Hallberg, Drago Jančar, Michael Krüger, Javier Marías, Enrique Vila-Matas, Predrag Matvejević, Antonio Muñoz Molina, Maurice Nadeau, Ernestina Pellegrini, Corrado Stajano, George Steiner. The texts are accompanied by photographs which – starting in the early 90's - Danilo De Marco, a close friend of Magris – took of the writer and the places dear to him. The essay by Ernestina Pellegrini is a summary profile of the writer from Trieste, crossing through his essay writing (from Mito absburgico to La storia non è finita), narrative (from Illazioni su una sciabola to Alla cieca) and theatre (from Stadelmann to La Mostra). One aspect analyzed in this multi-faceted study, inevitably synthetic, concerns the representation of “time”, starting from the entirely Mitteleuropean concept of “nebeneinander”, time which becomes space, to the “non-Time of Trieste”, where everything is still present, open and unripe, suspended in a discontinuous and contradictory dimension. There is the feeling of the end which never ceases to finish. There is te time of Michelstaedter's persuasion. There is the time of moral responsibility, appealed to in the articles of the volume La storia non è finita. Etica politica e laicità. This essay belongs to a long term study on the figure and work of Claudio Magris, which has produced a series of studies in national and international reviews and the monograph Epica sull’acqua. L’opera letteraria di Claudio Magris (Moretti&Vitali, 2003) and the editing by Meridiano Mondadori of his Opere, which will come out at the end of April 2012.

Il tempo è una misura, un’idea, un movimento, un’azione / E.Pellegrini. - STAMPA. - (2009), pp. 12-23.

Il tempo è una misura, un’idea, un movimento, un’azione

PELLEGRINI, ERNESTINA
2009

Abstract

Il tempo è una misura, un'idea, un movimento, un'azione, In. Claudio Magris. Argonauta, a cura di D.DeMarco e J.Á. González Sainz, Udine, Forum Editrice Universitaria Udinese, 2009, pp.13-24. Pensato come omaggio a Claudio Magris per i suoi 70 anni, questo volume raccoglie gli scritti di un gruppo di intellettuali e uomini di cultura amici dello scrittore e germanista triestino, tra cui John Banville, Gian Luigi Beccaria, Nadine Gordimer, Hans Haider, Ulf Peter Hallberg, Drago Jančar, Michael Krüger, Javier Marías, Enrique Vila-Matas, Predrag Matvejević, Antonio Muñoz Molina, Maurice Nadeau, Ernestina Pellegrini, Corrado Stajano, George Steiner. I testi sono accompagnati dalle fotografie che dall’inizio degli anni ’90 Danilo De Marco, legato a Magris da affettuosa amicizia, ha scattato allo scrittore ed ai luoghi a lui cari. Il saggio di Ernestina Pellegrini è un sintetico profilo dello scrittore triestino, attraverso un percorso trasversale che tocca la produzione saggistica (dal Mito absburgico a La storia non è finita), la narrativa (da Illazioni su una sciabola a Alla cieca), il teatro (da Stadelmann a La Mostra). Un aspetto analizzato, nel corso di questo studio poliedrico e di inevitabile sintesi, concerne la rappresentazione del “tempo”, a partire dalla concezione tutta mitteleuropea del “nebeneinander”, il tempo che si fa spazio, al “non-tempo triestino” dove tutto è ancora presente, aperto e acerbo, sospeso in una dimensione discontinua e contraddittoria. C’è il senso della fine che non cessa mai di finire. C’è il tempo della persuasione michelstaedteriana. C’è il tempo della responsabilità morale, a cui richiamano gli articoli del volume La storia non è finita. Etica politica e laicità. Il saggio appartiene a una ricerca di lungo periodo sulla figura e l’opera di Claudio Magris, che ha prodotto, oltre a una serie di studi su riviste nazionali e internazionali, la monografia Epica sull’acqua. L’opera letteraria di Claudio Magris (Moretti&Vitali, 2003) e la curatela del Meridiano Mondadori delle Opere, in uscita entro la fine di aprile 2012. Il tempo è una misura, un'idea, un movimento, un'azione, In. Claudio Magris. Argonauta, edited by D.DeMarco and J.Á. González Sainz, Udine, Forum Editrice Universitaria Udinese, 2009, pages 13-24. Intended as a homage to Claudio Magris for his 70th birthday, this volume provides a collection of writings by intellectuals and men of culture who are friends of the writer and Germanic scholar from Trieste, including John Banville, Gian Luigi Beccaria, Nadine Gordimer, Hans Haider, Ulf Peter Hallberg, Drago Jančar, Michael Krüger, Javier Marías, Enrique Vila-Matas, Predrag Matvejević, Antonio Muñoz Molina, Maurice Nadeau, Ernestina Pellegrini, Corrado Stajano, George Steiner. The texts are accompanied by photographs which – starting in the early 90's - Danilo De Marco, a close friend of Magris – took of the writer and the places dear to him. The essay by Ernestina Pellegrini is a summary profile of the writer from Trieste, crossing through his essay writing (from Mito absburgico to La storia non è finita), narrative (from Illazioni su una sciabola to Alla cieca) and theatre (from Stadelmann to La Mostra). One aspect analyzed in this multi-faceted study, inevitably synthetic, concerns the representation of “time”, starting from the entirely Mitteleuropean concept of “nebeneinander”, time which becomes space, to the “non-Time of Trieste”, where everything is still present, open and unripe, suspended in a discontinuous and contradictory dimension. There is the feeling of the end which never ceases to finish. There is te time of Michelstaedter's persuasion. There is the time of moral responsibility, appealed to in the articles of the volume La storia non è finita. Etica politica e laicità. This essay belongs to a long term study on the figure and work of Claudio Magris, which has produced a series of studies in national and international reviews and the monograph Epica sull’acqua. L’opera letteraria di Claudio Magris (Moretti&Vitali, 2003) and the editing by Meridiano Mondadori of his Opere, which will come out at the end of April 2012.
9788884205483
Claudio Magris. Argonauta
12
23
E.Pellegrini
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2158/393433
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact