È proprio nei momenti di profonda crisi – economica, sociale, politica e culturale – che è necessario per un’impresa cooperativa ricercare e riscoprire la forza del modello cooperativo, a partire dalla propria identità comunicativa, che deve essere appunto identitaria, nel senso rispecchiare la sua mission sociale. Una cooperativa non può esprimere il suo potenziale di azione nel campo economico se rinuncia alle proprie caratteristiche socialmente peculiari, inconfondibili, ad iniziare proprio dalla scelta del tipo di comunicazione a cui affidarsi. Perché la comunicazione non è un mezzo neutrale, ma è portatrice di una precisa visione socio-culturale. Si deve parlare, quindi, di comunicazioni – al plurale – e si deve avere consapevolezza che utilizzando strumenti e modi comunicativi di un certo tipo, si accetta, lo si voglia o non, una gamma predefinita di fini raggiungibili, a scapito di altri, ma, soprattutto, si dà il via ad un processo di senso cui poi non ci si può sottrarre. Al di là di ogni enunciazione di principio. La comunicazione svolge un ruolo centrale nella possibilità di individuare una strategia di uscita dalla crisi di sistema che è evidentemente – nonostante la ritrosia a parlarne – in corso. Questa strategia si pone come relazione fattuale, come strumento di ricerca, di progettazione, di sviluppo e di realizzazione dell’interazione fra i due piani oggi sempre più considerati operativamente inconciliabili: quello dell’immediatamente praticabile e quello degli scenari valoriali. È proprio in questa direzione che deve muoversi una “cooperativa comunicante”. It is precisely during times of deep crisis - economic, social, political, and cultural -- that we need a joint enterprise to seek the power of a cooperative model. It begins from the rediscovering communication’s identity, which must be precisely an identity that reflects its social mission. No cooperative venture can fulfill its potential in the economic field if it abandons its own unique and essential characteristics, from the choice of the appropriate type of communication to put in use. Communication is not a neutral medium, but carries a clear socio-cultural vision. You must speak of communications in the plural. You must be aware that using certain kind of tools and communicative acts, you accept, whether you like it or not, a predefined range of purposes, some to the detriment of others. This goes above and beyond any statement of principle. Communication plays a central role in identifying an exit strategy from a crisis that is clearly, notwithstanding the reluctance to talk about it, already in progress. This strategy uses the actual relations as a tool for research, design, and development, It allows for the implementation of an interaction between two plans now considered operationally irreconcilable: the immediately practical and the scenario of values. It is exactly in this way that we must direct a "cooperative which communicates ".

Quale comunicazione per un'impresa cooperativa? / L. Toschi. - STAMPA. - (2009), pp. 97-144.

Quale comunicazione per un'impresa cooperativa?

TOSCHI, LUCA
2009

Abstract

È proprio nei momenti di profonda crisi – economica, sociale, politica e culturale – che è necessario per un’impresa cooperativa ricercare e riscoprire la forza del modello cooperativo, a partire dalla propria identità comunicativa, che deve essere appunto identitaria, nel senso rispecchiare la sua mission sociale. Una cooperativa non può esprimere il suo potenziale di azione nel campo economico se rinuncia alle proprie caratteristiche socialmente peculiari, inconfondibili, ad iniziare proprio dalla scelta del tipo di comunicazione a cui affidarsi. Perché la comunicazione non è un mezzo neutrale, ma è portatrice di una precisa visione socio-culturale. Si deve parlare, quindi, di comunicazioni – al plurale – e si deve avere consapevolezza che utilizzando strumenti e modi comunicativi di un certo tipo, si accetta, lo si voglia o non, una gamma predefinita di fini raggiungibili, a scapito di altri, ma, soprattutto, si dà il via ad un processo di senso cui poi non ci si può sottrarre. Al di là di ogni enunciazione di principio. La comunicazione svolge un ruolo centrale nella possibilità di individuare una strategia di uscita dalla crisi di sistema che è evidentemente – nonostante la ritrosia a parlarne – in corso. Questa strategia si pone come relazione fattuale, come strumento di ricerca, di progettazione, di sviluppo e di realizzazione dell’interazione fra i due piani oggi sempre più considerati operativamente inconciliabili: quello dell’immediatamente praticabile e quello degli scenari valoriali. È proprio in questa direzione che deve muoversi una “cooperativa comunicante”. It is precisely during times of deep crisis - economic, social, political, and cultural -- that we need a joint enterprise to seek the power of a cooperative model. It begins from the rediscovering communication’s identity, which must be precisely an identity that reflects its social mission. No cooperative venture can fulfill its potential in the economic field if it abandons its own unique and essential characteristics, from the choice of the appropriate type of communication to put in use. Communication is not a neutral medium, but carries a clear socio-cultural vision. You must speak of communications in the plural. You must be aware that using certain kind of tools and communicative acts, you accept, whether you like it or not, a predefined range of purposes, some to the detriment of others. This goes above and beyond any statement of principle. Communication plays a central role in identifying an exit strategy from a crisis that is clearly, notwithstanding the reluctance to talk about it, already in progress. This strategy uses the actual relations as a tool for research, design, and development, It allows for the implementation of an interaction between two plans now considered operationally irreconcilable: the immediately practical and the scenario of values. It is exactly in this way that we must direct a "cooperative which communicates ".
9788862970464
Identità e cambiamento. Marchi distintivi dal mondo Coop
97
144
L. Toschi
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Toschi_quale comunicazione per un'impresa cooperativa.pdf

Accesso chiuso

Tipologia: Versione finale referata (Postprint, Accepted manuscript)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 186.39 kB
Formato Adobe PDF
186.39 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2158/395131
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact