Rappresentare l'invisibile. La radice occulta dell'Astrattismo