Il saggio illustra le ragioni dell'elaborazione, da parte di Auguste Comte, dell'idea di affiancare alla propria riflessione filosofica e politica il programma di fondazione di una nuova religione. Nelle sue argomentazioni la ritualità insita nella religione dell'Umanità, in gran parte affidata a operazioni di tipo estetico e sentimentale più che razionale, dovrebbe essere in grado di elaborare un linguaggio capace di coinvolgere anzitutto le classi meno colte. Oltre a ricostruire il processo di creazione di tale motivo in Comte, il saggio ne delinea la circolazione avvenuta nel corso dell'Ottocento.

Auguste Comte: la politica positiva e il linguaggio "popolare" della religione dellì'Umanità / Claudio De Boni. - STAMPA. - (2012), pp. 235-260.

Auguste Comte: la politica positiva e il linguaggio "popolare" della religione dellì'Umanità

DE BONI, CLAUDIO
2012

Abstract

Il saggio illustra le ragioni dell'elaborazione, da parte di Auguste Comte, dell'idea di affiancare alla propria riflessione filosofica e politica il programma di fondazione di una nuova religione. Nelle sue argomentazioni la ritualità insita nella religione dell'Umanità, in gran parte affidata a operazioni di tipo estetico e sentimentale più che razionale, dovrebbe essere in grado di elaborare un linguaggio capace di coinvolgere anzitutto le classi meno colte. Oltre a ricostruire il processo di creazione di tale motivo in Comte, il saggio ne delinea la circolazione avvenuta nel corso dell'Ottocento.
9788883346774
Il governo del popolo. 2. Dalla Restaurazione alla guerra franco-prussiana
235
260
Claudio De Boni
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/800479
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact