Sestan, il mondo tedesco e le aporie del principio di nazionalità