MATTEINI, DAVID

MATTEINI, DAVID  

Formazione, Lingue, Intercultura, Letterature e Psicologia (FORLILPSI)  

Mostra records
Risultati 1 - 20 di 31 (tempo di esecuzione: 0.022 secondi).
Titolo Data di pubblicazione Autore(i) File
"Une fenêtre sur la ville”: pratiche dello sguardo nella Parigi prerivoluzionaria. 2018 David Matteini
Albert Camus e Pierre de Larivey: una riscrittura tra teatro e filosofia. 2013 David Matteini
Crisi dei saperi e crisi delle lettere nel tardo Settecento. L'abolizione del sistema accademico d'Antico Regime 2021 David Matteini
Da Mosca a Firenze: un inedito decreto napoleonico. 2011 David Matteini
Des étrangers en terre étrangère. L’étrangisation en tant que dispositif critique au XVIII siècle français 2020 David Matteini
Enthousiasme, désillusion, révolution. Le cas Adam Lux. 2020 David Matteini
Entusiasmo e Rivoluzione. Il caso Adam Lux. 2018 David Matteini
Entusiasmo e Rivoluzione. Il caso Adam Lux. 2020 David Matteini
Europa e traduzione: Germaine de Staël e il gruppo di Coppet 2021 David Matteini
Il Carnevale come soglia del moderno. Permanenze franco-tedesche nella descrizione della festa romana in Corinne ou l’Italie di Germaine de Staël 2020 David Matteini
Il dramma del contemporaneo: Sur l’avenir de la tragédie di Albert Camus. 2017 David Matteini
Il quotidiano e il sentimentale. Scritture della crisi nel tardo Settecento europeo 2019 David Matteini
Il Werther di Ulrich Plenzdorf. La DDR tra tradizione e innovazione. 2020 David Matteini
L'"Enthusiasmus" di Adam Lux. Una riflessione sotto il segno della "Spätaufklärung" 2018 David Matteini
La dialettica dei Lumi e lo straniamento. Montesquieu, Voltaire, Diderot 2021 David Matteini
La tragedia dell’entusiasmo. Adam Lux e Charlotte Corday 2019 David Matteini
LEA - Lingue e Letterature d'Oriente e d'Occidente 9-2020: il fascicolo, oltre a due proposte di lettura (la presentazione critica di un inedito di Richard Dehmel e un peculiare esempio di sinergia fra critica letteraria, esperienza traduttiva e azione creativa a partire da Stephen Crane) e sette studi su Franz Werfel, Irène Némirovsky, Stephan Zweig e Herman Melville, sul romanzo e sull'etica della scrittura, propone due sezioni che tracciano, entrambe, le "condizioni di possibilità" dell'agire letterario: per un verso, "Letteratura e cultura visuale, 2" prosegue con lo studio e la messa a sistema di un attualissimo tema teorico (vd. anche Fastelli in LEA 7-2018 e la prima parte della sezione in LEA 8-2019), qui con 6 interventi pensati a Federico Fastelli e da lui presentati; per l'altro verso, 22 saggi si collegano nel tema "Tra rito e mito: il Carnevale nella cultura europea" per opera di 7 dottorandi e neo dottori ai quali LEA ha voluto offrire uno spazio utile perché (come prevedeva LEA nel 2012 con l'avvio della nuova serie della rivista) potessero "zappare il terreno della Weltliteratur", praticando la teoria del patrimonio letterario. Il fascicolo 2020 propone anche una riflessione sulla storia della rivista e del suo contesto editoriale, sul percorso di LEA dal Diamond Open Access alla Open Literary Science, al suo costituirsi in Rete (di autori e referees, di lettori e critici, di teoria e prassi della letteratura). 2020 Giulia Abbadessa, Diana Battisti, Maria Chiara Brandolini, Simone Caforio, Giuseppe Carrara, Marta Cassina, Stefano Maria Casella, Roberta Colbertaldo, Giuseppe Crivella, Valeria Dei, Michel Delon, Fabrizio Desideri, Quentin Petit Dit Duhal, Federico Fastelli, Francesca Favaro, Stefano Franchini, Roberto Gigliucci, Cristina Giorcelli, Clementina Greco, Gabriele Guerra, Marta Jordana Darder, Anna Kostner, Michela Landi, Marta Maiorano, Andrea Mariani, Giulio Martire, David Matteini, Michela Memmola, Federica Moretti, Ippolita Altea Nori, Giuseppe Nori, Daniela Padularosa, Leonardo Quintavalle, Consuelo Ricci, Martina Romanelli, Mario Rossi, Antonio Rostagno, Monika Salzbrunn, Paolo Simonetti, Lavinia Torti, Clément Van Hamme, Elisabetta Vinci
Libro delle figure delle maschere 2013 David Matteini
L’Encyclopédie e l’homo novus illuminista 2021 David Matteini
Pierluigi Pellini, "La guerra al buio. Céline e la tradizione del romanzo bellico", Quodlibet, Macerta, 2020 2021 DAVID MATTEINI