Lo sprawl urbano ha generato problemi di sicurezza reale e insicurezza percepita, soprattutto negli spazi pubblici: spesso isolati, poco vitali e fisicamente poco sorvegliabili. Si moltiplicano le aree interne di confine, le aree delle stazioni, gli interstizi della città: qui le diversità e le distanze sociali si incontrano e si scontrano generando tensioni e paura. Nelle città di dimensioni medio-piccole, le stazioni ferroviarie e le aree circostanti diventano spesso un luogo privilegiato di incontro per determinate comunità straniere, ognuna delle quali si insedia in un contesto spaziale che, col tempo, finisce per riconoscere come proprio. Il contributo si concentra sull’area della stazione ferroviaria di Prato Centrale, dove l’immigrazione trova casa e dove coesistono tre situazioni: chi produce il disordine, chi si mobilita e chi reprime. L’ambizione è quella di pensare all’evoluzione delle stazioni ferroviarie per un nuovo rinascimento urbano, attraverso un approccio integrato.

La sicurezza integrata nelle aree delle stazioni ferroviarie delle città. Il caso della stazione di Prato Centrale / Giovanni Freschetti Muzio. - ELETTRONICO. - (2021), pp. 335-355.

La sicurezza integrata nelle aree delle stazioni ferroviarie delle città. Il caso della stazione di Prato Centrale

Giovanni Freschetti Muzio
2021

Abstract

Lo sprawl urbano ha generato problemi di sicurezza reale e insicurezza percepita, soprattutto negli spazi pubblici: spesso isolati, poco vitali e fisicamente poco sorvegliabili. Si moltiplicano le aree interne di confine, le aree delle stazioni, gli interstizi della città: qui le diversità e le distanze sociali si incontrano e si scontrano generando tensioni e paura. Nelle città di dimensioni medio-piccole, le stazioni ferroviarie e le aree circostanti diventano spesso un luogo privilegiato di incontro per determinate comunità straniere, ognuna delle quali si insedia in un contesto spaziale che, col tempo, finisce per riconoscere come proprio. Il contributo si concentra sull’area della stazione ferroviaria di Prato Centrale, dove l’immigrazione trova casa e dove coesistono tre situazioni: chi produce il disordine, chi si mobilita e chi reprime. L’ambizione è quella di pensare all’evoluzione delle stazioni ferroviarie per un nuovo rinascimento urbano, attraverso un approccio integrato.
978-88-6887-105-5
Spazi urbani sicuri: strategie ed azioni per un approccio integrato alla qualità insediativa
335
355
Giovanni Freschetti Muzio
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
FRESCHETTI_MUZIO_GIOVANNI_Spazi urbani sicuri_2021.pdf

accesso aperto

Tipologia: Pdf editoriale (Version of record)
Licenza: Open Access
Dimensione 4.11 MB
Formato Adobe PDF
4.11 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/1290328
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact