Stefano Doria, signore di Dolceacqua in Liguria, morto nel 1580, fu condottiero e personaggio eminente della corte asburgica. Una delle sue armature, di cui sopravvivono alcuni resti nell'Armeria Reale di Torino, è indicativa di un gusto internazionale largamente condiviso, in linea con le scelte di Emanuele Filiberto di Savoia: si tratta infatti di un piccolo capolavoro realizzato ad Augsburg nel 1551 dall'armoraro Anton Peffenhauser e dall'incisore Joerg Sorg il Giovane. Si tratta pertanto di un indicatore significativo di una linea estetica che non guardava solo a Milano, e trascendeva la stessa Genova.

L'armatura tedesca di Stefano Doria: un paradigma di gusto nel medio Cinquecento / Fulvio Cervini. - STAMPA. - (2022), pp. 159-165.

L'armatura tedesca di Stefano Doria: un paradigma di gusto nel medio Cinquecento

Fulvio Cervini
2022

Abstract

Stefano Doria, signore di Dolceacqua in Liguria, morto nel 1580, fu condottiero e personaggio eminente della corte asburgica. Una delle sue armature, di cui sopravvivono alcuni resti nell'Armeria Reale di Torino, è indicativa di un gusto internazionale largamente condiviso, in linea con le scelte di Emanuele Filiberto di Savoia: si tratta infatti di un piccolo capolavoro realizzato ad Augsburg nel 1551 dall'armoraro Anton Peffenhauser e dall'incisore Joerg Sorg il Giovane. Si tratta pertanto di un indicatore significativo di una linea estetica che non guardava solo a Milano, e trascendeva la stessa Genova.
2022
978-88-6373-925-1
Il Tempio delle Arti. Scritti per Lauro Magnani
159
165
Fulvio Cervini
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificatore per citare o creare un link a questa risorsa: https://hdl.handle.net/2158/1301612
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact